CAF UIL: AL VIA CAMPAGNA RED 2018

di CAF UIL
Giovedì, 15 Novembre 2018 20:05

Al via la “campagna RED 2018” : da giorni anche quest’anno gli sportelli delle oltre 60 sedi del CAF UIL sono pronti a fornire l’assistenza e consulenza qualificata per gli adempimenti fiscali dei pensionati e contribuenti e lo faranno in modo capillare in tutto il territorio con le strutture presenti. 
Il modello RED 2018 – spiega Anna Carritiello, responsabile Caf Uil Basilicata - è un modello obbligatorio a carico dei pensionati. Si tratta di una dichiarazione dei redditi online, nella quale vanno indicati i redditi percepiti oltre le pensioni.
Nello specifico Il modello RED 2018 deve essere presentato dai pensionati nei seguenti casi:
• Assenza di un reddito ulteriore rispetto a quello derivante dalla pensione ma con situazione reddituale diversa rispetto a quanto dichiarato nel precedente anno fiscale.
• Titolari di prestazioni collegate al reddito e non comunicate all’amministrazione finanziaria. Il caso più comune è in relazione agli interessi bancari o postali maturati sui propri risparmi.
• Titolari di ulteriori redditi alla pensione come ad esempio nel caso di abitazione principale.
• Titolari di tipologie di redditi rilevanti sotto il profilo previdenziale come nel caso del lavoro autonomo.

La Uil ha sempre rimarcato la centralità dei servizi e la sua complementarietà con le tutele sindacali facendo sì che la politica dei servizi divenisse parte integrante della politica sindacale confederale. Il sistema dei servizi offerti dal sindacato – sottolinea Carritiello - è una vera e propria supplenza istituzionale nelle attività di enti di assistenza e previdenza e in quelli delle attività fiscali. Un esempio per tutti è dato dai servizi dei Caf Uil e della consulenza di patronato svolta da Ital, in sinergia con le categorie, che ottengono sempre maggiori riscontri. 
I cittadini che ricevono l'indennità di accompagnamento o di frequenza, o l'assegno mensile per l’ invalidità o sono titolari di assegno o pensione sociale, devono ogni anno compilare i modelli ICRIC, ICLAV o ACCAS/PS, presso i Centri del Caf e ricevono assistenza per la compilazione e la trasmissione all'INPS gratuitamente. A partire dal mese di dicembre l'Inps invierà la lettera. 
Gli sportelli dei CAF UIL inoltre si occuperanno in questo periodo di ICRIC (Invalidità Civile RICovero). Sono tenuti a presentare il modulo ICRIC gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento (solo se trattasi di sollecito) perchè a partire da quest'anno per effetto di una convenzione sottoscritta tra Inps e Ministero del Lavoro preleveranno i dati di ricovero direttamente dalla banca dati del Ministero della Salute. Chi percepisce l' indennità di frequenza sono tenuti a presentare il modello. Nel modello ICRIC si dichiara la sussistenza o meno di uno stato di ricovero in istituto, e se questo è avvenuto a titolo gratuito o a pagamento e l'istituto scolastico di frequenza. In ogni caso il modello va sempre presentato.
ICLAV (Invalidità Civile LAVoro). Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ICLAV gli invalidi civili titolari di assegno mensile.
Nel modello ICLAV si dichiara la permanenza o meno del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa o il reddito prodotto negli anni interessati.
Accas/PS (ACCertamento Assegno Sociale / Pensione Sociale) Sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ACCAS/PS i titolari di pensione sociale o assegno sociale.
Nel modello ACCAS/PS si dichiara la residenza stabile e continuativa in Italia. Per i soli titolari di assegno sociale sarà necessario dichiarare anche se vi è stato un periodo di ricovero in istituto o meno.

Il dichiarante dovrà conservare la sua copia delle dichiarazioni di responsabilità e la relativa documentazione per 10 anni.
Più efficienza e una maggiore razionalizzazione all’insegna della qualità che ha sempre contraddistinto i servizi della UIL lucana. CAF UIL e ITAL UIL da sempre hanno questo come obiettivo: essere più vicini ai lavoratori e ai cittadini con le nostre assistenze e tutele. Una sfida che la UIL ha deciso di accettare avviando un percorso di adeguamento di strutture ed uffici. Le parole d’ordine sono più efficienza, qualità e omogeneizzazione nei servizi erogati dal CAF UIL e dal Patronato ITAL UIL

DOWNLOAD
Letto 1277 volte