Report del Consiglio europeo del 17-18 ottobre 2018

di Dipartimento Internazionale UIL
Sabato, 27 Ottobre 2018 15:32

Il 17 e il 18 Ottobre 2018 si è svolto a Bruxelles il Consiglio europeo, durante il quale i capi di Stato e di governo dell’UE hanno discusso dei seguenti temi:

  1. Brexit (Articolo 50): i leader dell’UE a 27 hanno esaminato lo stato dei negoziati con il Regno Unito rinnovando la piena fiducia in Michel Barnier come negoziatore. Hanno rilevato che, nonostante gli sforzi, non sono stati compiuti progressi sufficienti.
  2. Migrazione: è stata sottolineata la necessità di continuare a prevenire la migrazione illegale e a rafforzare la cooperazione con i paesi di origine e di transito. Impegno nel contrastare i trafficanti di migranti tramite la creazione di una task force presso l’Europol e con azioni di monitoraggio e ostacolo delle comunicazioni online. Riguardo alla politica di rimpatrio dell’UE, hanno stabilito la facilitazione dei rimpatri effettivi e l’attuazione degli accordi vigenti e di quelli nuovi. Necessari ulteriori progressi in merito alla riforma del sistema d’asilo dell’UE, dell’Agenzia per l’asilo nonché della guardia di frontiera europea.
  3. Sicurezza interna: i leader hanno chiesto di rafforzare la deterrenza, la risposta e la resilienza alle minacce ibride e informatiche, come pure chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari (CBRN). Il Consiglio ha inoltre richiesto misure tese a: contrastare le attività illecite di natura informatica creare una cibersicurezza forte; prevenire la radicalizzazione e il terrorismo; fornire risorse per fronteggiare le nuove sfide tecnologiche; rafforzare la capacità di gestione delle crisi. Necessario combattere la disinformazione e proteggere i sistemi democratici in vista delle elezioni europee del 2019.
  4. Relazioni esterne: particolare attenzione alle relazioni con l’Africa, che richiede un nuovo livello di cooperazione entro l’Agenda 2030 e comprensivo del piano per gli investimenti e il fondo fiduciario dell’UE. Accolta con favore l’iniziativa della Commissione per una nuova alleanza Europa-Africa per gli investimenti e l’occupazione sostenibili. Il primo vertice tra i 28 Stati membri e la Lega degli Stati arabi si svolgerà in Egitto il 24 e il 25 febbraio 2019.
  5. Cambiamenti climatici: approvate le conclusioni in vista della conferenza ONU sul clima che si terrà a Katowice nel dicembre 2018 e pieno sostegno alla Polonia nell’organizzazione della COP24. E’ stato riconosciuto l’impatto negativo dei cambiamenti climatici in seguito alla relazione dell’IPCC1.
  6. Vertice Euro: i vertici dell’UE si sono riuniti con il presidente dell’Eurogruppo Mário Centeno e con il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi per il vertice inclusivo dei 27 Stati membri. Hanno esaminato l’avanzamento dei negoziati sull’approfondimento dell’Unione economica e monetaria (UEM) in vista del vertice euro di dicembre, quando si augurano di raggiungere un accordo in seguito all’intensificazione dei lavori tecnici.
Letto 366 volte